Connect with us

Pillole di Revée

Transizione e riassegnazione di genere

Published

on

transizione cambio di genere chirurgia riassegnazione di genere

Giugno è il Pride Month, il mese dedicato alla sensibilizzazione ai temi LGBTQI+. Tra le varie tematiche c’è anche quella che affrontano le persone transgender, che spesso si ritrovano in un corpo che non sentono loro senza possibilità di scampo. 

Negli ultimi anni, la chirurgia di riassegnazione di sesso ha fatto grandissimi passi avanti diventando sicura ed efficace, specie se eseguita alla fine di un percorso di transizione di genere fatto da cure ormonali e terapia psicologica. Oggi chi vuole affermare il proprio genere ha il pieno supporto della medicina, della psicologia e della chirurgia; ma le persone transgender sono ancora sottoposte a discriminazioni più o meno gravi.

Chirurgia e medicina per riallineare genere e sesso

Secondo una ricerca del Pew Research Center, negli Stati Uniti l’1,6% delle persone adulte è transgender. Chi sente di appartenere a un genere differente rispetto al sesso assegnato alla nascita spesso soffre di discriminazioni e incomprensioni. Fortunatamente la medicina e la psicologia stanno facendo passi da gigante per aiutare le persone transgender. Le prime operazioni risalgono addirittura agli inizi del ‘900; adesso, per aiutare i pazienti si programma un percorso di terapia ormonale, psicologica e, infine, chirurgica. 

Tutto il procedimento di transizione di genere è stato studiato a lungo dai medici, e da essere un ambito di nicchia adesso viene insegnato nelle Università. «Oggi la formazione dei futuri medici, psicologi, infermieri, cioè dei professionisti impegnati nei servizi psico-socio-sanitari, non può non affrontare queste sempre più diffuse aree tematiche» spiega il professor Paolo Valerio, presidente dell’ONIG (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere).

Le persone transgender sono ancora soggette a pesanti discriminazioni sociali e, in alcuni luoghi, persino legali. «Gli elementi nefasti della nostra cultura sono lo stereotipo e il pregiudizio» afferma Valerio. «Il figlio malvagio di questa coppia è lo stigma, da cui possono derivare comportamenti omo-transfobici». Nonostante questo, le tecniche mediche per permettere a queste persone di ritrovarsi in un corpo che sentono loro avanzano. Una delle operazioni più innovative è quella che modifica la tonalità della voce.

Restituire la voce a chi non la sente propria

«I miei pazienti non dicono di avere un corpo sbagliato, ma un vestito sbagliato» spiega Andrea Luigi Cavalot, otorinolaringoiatra, Direttore del Complesso di Otorinolaringoiatria e Direttore dell’Area Chirurgica della ASL TO5. Cavalot si occupa di interventi alle corde vocali per le persone transgender che hanno iniziato un percorso di transizione. L’operazione, inizialmente descritta da un medico giapponese, è stata perfezionata da Cavalot per renderla reversibile e con meno complicanze. «Si possono utilizzare le tecniche inverse per tornare alla situazione iniziale, anche se nessuno me lo ha mai chiesto.»

Proprio per questo l’operazione si può fare subito dopo l’inizio della terapia ormonale. L’importanza di avere una voce consona alla propria identità di genere è tanto fondamentale che il dottor Cavalot ha operato più di 500 persone, e il suo centro è un’eccellenza piemontese in Italia. «Alcune persone, soprattutto al di fuori di questo ambiente, non capiscono perché faccio questo intervento, mi dicono che non dovrei usare risorse pubbliche per eseguirlo» spiega, riferendosi al fatto che l’operazione è garantita dal Sistema Sanitario Nazionale. «Quello che non sanno è che cambiare voce non è uno sfizio, ma un’esigenza.» 


Come dice anche il professor Valerio, ritrovarsi in un corpo che si sente proprio è alla base di una vita dignitosa, e la soluzione può essere proprio la transizione di genere. «Dobbiamo offrire a tutte e tutti, in un’ottica inclusiva ed equa, l’opportunità di vivere un’esistenza dignitosa, senza basare i nostri comportamenti su pregiudizi che non hanno alcuna validità e fondamento etico, morale o scientifico.»


Scopri di più da Revée News

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Advertisement

Fai una domanda agli specialisti

Inserisci l'area di intervento su cui vuoi fare una domanda
Se il tuo problema non è urgente approfitta del servizio gratuito di domande agli esperti. Se hai un'emergenza contatta il tuo dottore.
Medici Chirurghi3 mesi ago

Innovazione e ricerca nella lotta contro il carcinoma mammario

Associazioni3 mesi ago

Diastasi Italia: rete di professionisti specializzati

Eventi e congressi3 mesi ago

L’approccio olistico alla Diastasi Addominale

Associazioni2 mesi ago

“I Girasoli” accanto ai pazienti oncologici

Associazioni3 mesi ago

Bici in Rosa: pedalare verso la prevenzione

mammella
Eventi e congressi3 mesi ago

Chirurgia estetica della mammella: primo corso formativo AICPE 2024

cicatrici
Pillole di Revée2 mesi ago

Cicatrici: come possono essere trattate?

filler
Medici Chirurghi2 mesi ago

Filler: tendenze e pratiche innovative

V.I.T.A
Associazioni2 mesi ago

V.I.T.A: un quarto di secolo nella lotta contro il cancro al seno

aicpe 2024
Eventi e congressi2 mesi ago

11° Congresso Nazionale dell’AICPE

Medici Chirurghi1 mese ago

Malformazioni oltre le apparenze: la Sindrome di Poland

Personale sanitario1 mese ago

“Nutriamo la salute” celebrando il ruolo dell’infermiere

Medici Chirurghi4 settimane ago

Il linfonodo sentinella per una diagnosi precoce

Medici Chirurghi3 settimane ago

Cosa vuol dire chirurgia conservativa?

Eventi e congressi2 mesi ago

Cosmofarma Exhibition: Revée partecipa alla 27° edizione

grasso
Eventi e congressi1 mese ago

Tutto il grasso minuto per minuto

Eventi e congressi1 mese ago

La chirurgia della mammella: hot topics e linee comportamentali

attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica ed ibrida
Eventi e congressi3 settimane ago

Attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica e ibrida

Medici Chirurghi2 settimane ago

Rigenerare i tessuti con le cellule staminali

Copyright © 2022 Revée News. Periodico di informazione sul mondo Chirurgia e del Benessere | Registrazione Tribunale di Torino n. 21 il 17/10/2023 |
Direttore responsabile Debora Pasero | Edito da REVEE SRL - corso Quintino Sella, 131 - Torino C.F. 10818580010

Scopri di più da Revée News

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading