Connect with us

Medici Chirurghi

Otoplastica: estetica e benessere psicologico

Published

on

L’otoplastica, un procedimento chirurgico mirato a migliorare l’estetica del padiglione auricolare, è un intervento che va oltre la correzione fisica, affrontando anche aspetti psicologici e sociali. Il dottor Matteo Lombardi, chirurgo plastico ricostruttivo ed estetico con esperienza a Trento e Merano, racconta questo processo finalizzato a restituire fiducia e sicurezza ai pazienti.

L’otoplastica: una soluzione estetica e psicologica

Dottor Matteo Lombardi, chirurgo plastico ricostruttivo ed estetico con esperienza a Trento e Merano

Il dottor Lombardi spiega che l’otoplastica è spesso richiesta da pazienti di giovane età, ma può essere eseguita anche in età adulta. 

«Generalmente il paziente si accorge sin da subito di avere una problematica legata al fatto che il padiglione auricolare è decollato – spiega Lombardi – Sono infatti i pazienti più giovani i principali che giungono presso il mio ambulatorio».

Gli adulti che decidono di sottoporsi a questo intervento potrebbero necessitare di alcune procedure aggiuntive per raggiungere il risultato desiderato. Tuttavia, i vantaggi sono molteplici, compreso il miglioramento estetico del padiglione auricolare e un impatto positivo sulla vita relazionale e sociale del paziente.

La procedura chirurgica

«Si parte facendo una piccola incisione retroauricolare, togliendo, se necessario, un piccolo eccesso di pelle e accedendo quindi alla cartilagine della conca auricolare».

Il chirurgo può procedere con l’asportazione di una porzione di cartilagine  e successivamente, viene creato il solco dell’antese, permettendo al padiglione auricolare di assumere la sua forma naturale. Il tutto viene completato con suture che fissano la conca alla mastoide, garantendo che l’orecchio mantenga la sua nuova posizione.

«L’età giusta per eseguire questa operazione generalmente è intorno ai sei sette anni, quando il padiglione auricolare è completamente formato – motiva Lombardi – La cosa migliore è eseguirla proprio in questa età, anche perché le cartilagini sono un più morbide e il risultato è migliore; con l’avanzare dell’età le cartilagini diventano più fibrose, pertanto l’intervento è sempre un più complesso e per raggiungere il risultato desiderato potrebbero essere necessari anche due interventi».

Il ruolo della guaina

Il chirurgo sottolinea l’importanza della guaina nel mantenere il risultato dell’intervento, specialmente negli adulti. «La cartilagine ha una memoria di forma elevata, e senza il corretto sostegno della guaina, le orecchie possono tornare alla loro posizione originaria – sottolinea il medico – Mantenere la guaina sia di giorno che di notte per almeno quaranta giorni è fondamentale per il successo a lungo termine dell’otoplastica».

Il dottor Lombardi evidenzia che le tecniche di chirurgia plastica legate all’orecchio vanno oltre la correzione delle orecchie a sventola. Possono anche risolvere problemi congeniti come la microtia (orecchio troppo piccolo) o la macrotia (orecchio troppo grande), con procedure adatte a ciascuna situazione.

Il benessere globale attraverso l’otoplastica

L’otoplastica, oltre a migliorare l’aspetto estetico, offre benefici psicologici significativi. «Restituendo fiducia e sicurezza, questo intervento chirurgico va oltre la superficie, influenzando positivamente la vita dei pazienti – conclude Lombardi – La scelta dell’età appropriata, l’attenzione alla procedura e il corretto supporto post-operatorio sono fondamentali per il successo e la soddisfazione del paziente».


Scopri di più da Revée News

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Advertisement

Fai una domanda agli specialisti

Inserisci l'area di intervento su cui vuoi fare una domanda
Se il tuo problema non è urgente approfitta del servizio gratuito di domande agli esperti. Se hai un'emergenza contatta il tuo dottore.
Medici Chirurghi3 mesi ago

Innovazione e ricerca nella lotta contro il carcinoma mammario

Personale sanitario3 mesi ago

Covid e fake news: contrastare la disinformazione con la ricerca scientifica

Associazioni3 mesi ago

Diastasi Italia: rete di professionisti specializzati

Eventi e congressi3 mesi ago

L’approccio olistico alla Diastasi Addominale

Associazioni2 mesi ago

“I Girasoli” accanto ai pazienti oncologici

Associazioni3 mesi ago

Bici in Rosa: pedalare verso la prevenzione

mammella
Eventi e congressi3 mesi ago

Chirurgia estetica della mammella: primo corso formativo AICPE 2024

cicatrici
Pillole di Revée2 mesi ago

Cicatrici: come possono essere trattate?

filler
Medici Chirurghi2 mesi ago

Filler: tendenze e pratiche innovative

V.I.T.A
Associazioni2 mesi ago

V.I.T.A: un quarto di secolo nella lotta contro il cancro al seno

aicpe 2024
Eventi e congressi2 mesi ago

11° Congresso Nazionale dell’AICPE

Medici Chirurghi1 mese ago

Malformazioni oltre le apparenze: la Sindrome di Poland

Personale sanitario1 mese ago

“Nutriamo la salute” celebrando il ruolo dell’infermiere

Medici Chirurghi4 settimane ago

Il linfonodo sentinella per una diagnosi precoce

Medici Chirurghi3 settimane ago

Cosa vuol dire chirurgia conservativa?

Eventi e congressi2 mesi ago

Cosmofarma Exhibition: Revée partecipa alla 27° edizione

grasso
Eventi e congressi1 mese ago

Tutto il grasso minuto per minuto

Eventi e congressi1 mese ago

La chirurgia della mammella: hot topics e linee comportamentali

attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica ed ibrida
Eventi e congressi3 settimane ago

Attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica e ibrida

Copyright © 2022 Revée News. Periodico di informazione sul mondo Chirurgia e del Benessere | Registrazione Tribunale di Torino n. 21 il 17/10/2023 |
Direttore responsabile Debora Pasero | Edito da REVEE SRL - corso Quintino Sella, 131 - Torino C.F. 10818580010

Scopri di più da Revée News

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading