Connect with us

Associazioni

V.I.T.A: un quarto di secolo nella lotta contro il cancro al seno

Published

on

L’ Associazione  V.I.T.A, un punto di riferimento per coloro che affrontano il tumore al seno e le loro famiglie, ha recentemente festeggiato il suo ventiseiesimo anno di attività. Fondata nel 1998 da sette donne coraggiose, tutte affette da cancro al seno, l’ente, acronimo di Vivere il tumore attivamente, è un’associazione territoriale affiliata ad Europa Donna. Negli anni,  V.I.T.A è cresciuta e si è evoluta, mantenendo sempre la sua missione fondamentale di accoglienza, aiuto e sostegno.

Valeria Martano, presidente dell’ Associazione V.I.T.A

Valeria Martano, presidente di Associazione V.I.T.A, sottolinea l’importanza della continuità e dell’evoluzione dell’associazione nel tempo. «Rimane fondamentale l’accoglienza e il supporto per le donne colpite dal tumore al seno, ma l’associazione si apre anche ad altre malattie oncologiche e accoglie uomini colpiti dalla stessa patologia».

Uno degli elementi distintivi dell’Associazione è la condivisione di esperienze tra i membri. Martano racconta che il confronto con le storie di sopravvivenza, come la propria, porta speranza e incoraggiamento alle donne neo operate.

«Quando incontro le donne neo operate inizio raccontando la mia storia– spiega Martano – quando dico che sono viva e attiva ventiquattro anni dopo la malattia vedo proprio un sorriso sul loro viso; pensano: se ce l’ha fatta lei perché non posso farcela io? Il confronto di esperienze è la chiave».

Le iniziative di V.I.T.A

L’Associazione promuove anche la prevenzione del cancro al seno attraverso iniziative come gite, viaggi e incontri ludici: «La condivisione di esperienze avviene attraverso laboratori di scrittura, manualità, pittura, teatro e biodanza, offrendo agli associati un modo per esprimersi e affrontare la malattia in modo creativo e socialmente coinvolgente».

Inoltre l’Associazione si impegna a sensibilizzare le istituzioni e la comunità locale tramite elementi visibili, come l’illuminazione di luoghi significativi con il colore rosa, simbolo della lotta al cancro al seno.

«La rete con i Comuni è essenziale – spiega Martano – Ad oggi sono tredici le Amministrazioni del Torinese e Astigiano che stanno supportando le nostre iniziative, dando un segno tangibile sul territorio, con panchine rosa o monumenti illuminati: Arignano, Andezeno, Cambiano, Castelnuovo don Bosco, Chieri, Marentino, Moncucco Torinese, Montaldo Torinese, Pavarolo, Pino Torinese, Riva presso Chieri, Santena, Villanova d’Asti. E’ stata inaugurata una panchina a Groscavallo ed è in corso d’opera una a Piovà Massaia ( probabile inaugurazione 2 giugno), una è presente al liceo Monti. In tutti questi comuni sono state proposte iniziative, soprattutto conferenze e presentazioni libri. Molti illuminano di rosa a ottobre».

Martano sottolinea l’importanza di estendere l’azione dell’Associazione anche ad altri comuni del territorio, creando punti d’ascolto e promuovendo iniziative di prevenzione anche nelle aziende e nelle scuole superiori. 

La missione dell’associazione

«La missione fondamentale in questi 26 anni non è cambiata – ripercorre Martano – ma è migliorato il dialogo con le istituzioni che allora era molto più difficile di adesso: sia con le istituzioni sanitarie che con quella politica si stanno aprendo altri spiragli».

La speranza è la creazione di una rete di trasporti per facilitare gli spostamenti delle persone affette da cancro, soprattutto nelle zone più remote.

Sottolinea Martano: «Un sistema di trasporti concordato faciliterebbe gli spostamenti delle persone affette da cancro al seno e garantirebbe loro un sostegno continuo».

Nonostante le sfide economiche e logistiche,  V.I.T.A continua a essere un faro di speranza e sostegno per coloro che affrontano il tumore al seno e le loro famiglie, dimostrando che la solidarietà e l’impegno possono fare la differenza nella lotta contro la malattia.


Scopri di più da Revée News

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.

Advertisement

Raccontaci la tua storia

Facci sapere su cosa vorreste essere intervistati. Raccontateci alcuni dei vostri progetti e le vostre battaglie
Medici Chirurghi3 mesi ago

Innovazione e ricerca nella lotta contro il carcinoma mammario

Associazioni3 mesi ago

Diastasi Italia: rete di professionisti specializzati

Eventi e congressi3 mesi ago

L’approccio olistico alla Diastasi Addominale

Associazioni2 mesi ago

“I Girasoli” accanto ai pazienti oncologici

Associazioni3 mesi ago

Bici in Rosa: pedalare verso la prevenzione

mammella
Eventi e congressi3 mesi ago

Chirurgia estetica della mammella: primo corso formativo AICPE 2024

cicatrici
Pillole di Revée2 mesi ago

Cicatrici: come possono essere trattate?

filler
Medici Chirurghi2 mesi ago

Filler: tendenze e pratiche innovative

aicpe 2024
Eventi e congressi2 mesi ago

11° Congresso Nazionale dell’AICPE

V.I.T.A
Associazioni2 mesi ago

V.I.T.A: un quarto di secolo nella lotta contro il cancro al seno

Medici Chirurghi2 mesi ago

Malformazioni oltre le apparenze: la Sindrome di Poland

Personale sanitario1 mese ago

“Nutriamo la salute” celebrando il ruolo dell’infermiere

Medici Chirurghi1 mese ago

Il linfonodo sentinella per una diagnosi precoce

Medici Chirurghi4 settimane ago

Cosa vuol dire chirurgia conservativa?

Eventi e congressi2 mesi ago

Cosmofarma Exhibition: Revée partecipa alla 27° edizione

grasso
Eventi e congressi2 mesi ago

Tutto il grasso minuto per minuto

Eventi e congressi1 mese ago

La chirurgia della mammella: hot topics e linee comportamentali

attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica ed ibrida
Eventi e congressi4 settimane ago

Attualità in ricostruzione mammaria autologa, protesica e ibrida

Medici Chirurghi2 settimane ago

Rigenerare i tessuti con le cellule staminali

Copyright © 2022 Revée News. Periodico di informazione sul mondo Chirurgia e del Benessere | Registrazione Tribunale di Torino n. 21 il 17/10/2023 |
Direttore responsabile Debora Pasero | Edito da REVEE SRL - corso Quintino Sella, 131 - Torino C.F. 10818580010

Scopri di più da Revée News

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading