Connect with us

Pillole di Revée

Chirurgia estetica e tabù

Published

on

Estetica e tabù ITA

La chirurgia estetica è una tematica avvolta da un persistente tabù nella società moderna. Spesso viene associata a celebrità e attori, e ad una cultura distorta della bellezza. Questa visione ha portato ad una opinione negativa e pregiudizievole nei confronti di coloro che scelgono di sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica. Tuttavia, è importante capire che la chirurgia estetica può svolgere un ruolo fondamentale nella salute psicologica e fisica di un individuo, andando ben oltre l’idea di mera vanità.

Estetica e tumore

Il tumore è una malattia molto grave con varie complicanze fisiche e psicologiche. Spesso, come nel caso di cancro al seno, la soluzione migliore è quella chirurgica. Gli interventi però modificano sensibilmente i tratti distintivi delle persone, e le cicatrici compromettono l’autostima delle persone già marchiate dal peso di una malattia devastante per il fisico.

«Che siano dovute a incidenti o interventi chirurgici le cicatrici vengono a volte vissute in maniera molto negativa» racconta Andrea Becchi, tatuatore specializzato anche in tatuaggi medici. Questi segni minano il benessere psicologico di una persona, perché il rapporto tra corpo e immagine di sé è particolarmente forte. «Creare un tatuaggio permanente può significare a volte risolvere problematiche di tipo estetico o medico. Occorre avere competenza sia per quanto riguarda le geometrie del corpo sia per quanto riguarda i pigmenti e i toni più naturali», spiega.

Questi tatuaggi si rivelano quindi importantissimi per la guarigione completa della persona: fisica e psicologica. «Coprire o mascherare con un tatuaggio questi segni è stato per loro un’autentica liberazione, una vera e propria rinascita che li ha messi nuovamente nella condizione di spogliarsi senza vergogna» conclude.

Estetica e sessualità

L’estetica è direttamente correlata alla sessualità, e alcuni interventi chirurgici possono compromettere questa sfera intima e personale soprattutto nel caso delle donne. Per questo esiste una disciplina specifica, la riabilitazione nella ginecologia estetica e funzionale, che si occupa proprio di restituire funzionalità agli organi sessuali interessati dalla chirurgia.

«Le problematiche di interesse della riabilitazione nella ginecologia estetica possono essere la lassità vaginale o lo sviluppo di cicatrici perineali» spiega la fisioterapista Mariateresa Moretti. Nel primo caso, ad esempio, la patologia può riguardare le donne che hanno partorito e che presentano una lassità dei tessuti che comporta problematiche a livello sessuale. 

A volte poi, chirurgia e riabilitazione hanno un ruolo anche nella ricostruzione di tessuti come il clitoride per donne che hanno subito mutilazione genitale da bambine. «In questi casi parliamo di ricostruzione del clitoride o dell’apertura vaginale, che significa restituire a queste donne non soltanto la loro sessualità, ma anche un’identità femminile» chiarisce Moretti.

Estetica e immagine di sé

La chirurgia estetica da sola, però, non è, e non deve essere, una soluzione rapida ai problemi di insicurezza e autostima delle persone. Ogni intervento, invece, deve essere accompagnato da una consapevolezza di sé e delle aspettative che ci si pone. «Vado un po’ contro il mio lavoro, perché io mi occupo di bellezza, ma sono dell’idea che il paziente debba essere accompagnato in un percorso» spiega Cristina Sartorio, medico chirurgo specializzato in chirurgia estetica, che è stata sottoposta ad un intervento di mastectomia a causa di un tumore.

«Ho rinunciato ad essere perfetta per essere me stessa» insiste Sartorio. «Ritengo che da donna e da medico sia fondamentale trasmettere e insegnare ad entrare in uno stato d’animo positivo e cercare di trovare sempre una soluzione, senza perdere mai il sorriso».

È importante superare il tabù associato alla chirurgia estetica e comprenderne il reale significato. Questa forma di intervento può essere essenziale per il benessere psicologico e la guarigione fisica di un individuo. Rompendo le barriere dell’incomprensione e abbracciando una prospettiva più aperta, possiamo riconoscere il valore della chirurgia estetica nella promozione della salute e del benessere individuale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement

Fai una domanda agli specialisti

Inserisci l'area di intervento su cui vuoi fare una domanda
Se il tuo problema non è urgente approfitta del servizio gratuito di domande agli esperti. Se hai un'emergenza contatta il tuo dottore.

Raccontaci la tua storia

Facci sapere su cosa vorreste essere intervistati. Raccontateci alcuni dei vostri progetti e le vostre battaglie

Copyright © 2022 Revée News. Periodico di informazione sul mondo Chirurgia e del Benessere | Registrazione Tribunale di Torino n. 21 il 17/10/2023 |
Direttore responsabile Debora Pasero | Edito da REVEE SRL - corso Quintino Sella, 131 - Torino C.F. 10818580010